Ricerca ricette

  • Fusilli avellinesi ai funghi porcini

    fusilli-ai-funghi-porcini-1-1280x720.jpg
    • Difficoltà: Facile
    • Preparazione: 15 min
    • Cottura: 7 min
    • Dosi per: 3 persone
    • Costo: molto basso €

    I FUSILLI AVELLINESI AI FUNGHI PORCINI sono un primo piatto autunnale per eccellenza, semplice ma allo stesso tempo profumato e gustoso. I fusilli di pasta fresca si sposano perfettamente con i porcini, fungo nobile tipico dei nostri boschi. Per realizzare questo ottimo piatto, che è in grado di riportare uno smagliante sorriso sui pesanti volti autunnali, occorrono pochi ingredienti purché siano di qualità.

     

    Ingredienti:

    • 600 g Pasta fresca (fusilli avellinesi)
    • 500 g Funghi porcini
    • 1/2 bicchiere Vino bianco secco
    • 2 spicchi Aglio
    • 1 mazzetto Prezzemolo
    • q.b. Parmigiano reggiano
    • q.b. Sale

     

    Preparazione:

    Per prima cosa bisogna pulire i funghi porcini. Strofinate le cappelle con un panno umido e grattate via la terra dai gambi. Successivamente dividete le cappelle dai gambi e tagliate questi ultimi in dadini di circa 1 cm per lato. Le cappelle, invece, vanno affettate sottilmente e tagliando occorre prestare attenzione per vedere se il fungo sia interamente sano.  In un secondo momento mettete in una padella 3-4 cucchiai di olio, gli spicchi d’aglio e fate soffriggere leggermente. A questo punto ponete nella padella i gambi di porcino a dadi e fate soffriggere a fuoco delicato. Sfumate con il vino fino ad evaporazione. Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola capiente con acqua calda e, appena giunta questa ad ebollizione, salatela e calate i fusilli (consiglio i fusilli avellinesi freschi). Aggiungete un poco di acqua di cottura della pasta nei funghi per renderli un poco cremosi e aggiustate di sale e pepe. Intanto in un’altra padella aggiungete poco olio e, appena portato a temperatura, inserite le fettine di cappelle dei porcini, così da cuocerle rapidamente, mantenendole croccanti. Non appena la pasta sarà quasi cotta, scolatela e fatela mantecare con i gambi. Attenzione a non far scuocere la pasta! Per rendere il sugo leggermente più fluido bisogna aggiungere un poco di acqua di cottura della pasta. Infine, a fuoco spento, unite un filo d’olio, il prezzemolo tritato e mantecate. In questo modo otterrete una cremina densa e deliziosa. È arrivato il momento di impiattare e decorare con le cappelle di porcino leggermente salate.